+39 06 640 114 53

Orario di apertura

Aperti tutti i giorni

Dalle 7.00 alle 21.30

COME FARE LA PIZZA MARGHERITA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Come fare la pizza margherita in casa

Fare la pizza è pura arte e una volta che inizi a farla in casa, capirai tutti i segreti per sfornare pizze gustose con i consigli della pizzeria SEMPLICE. Fallirai, fallirai e fallirai ancora e avrai bisogno di dedizione, amore per le sfide e una buona conoscenza degli ingredienti, ma la soddisfazione che avrai da una semplice “ricetta” è unica.

Quindi vuoi la ricetta perfetta per fare la pizza a casa, giusto? Ok, te lo daremo, ma c’è solo un problema. Diventa come una droga, una sfida contro se stessi per migliorarsi ogni volta un po’, per trovare il mix perfetto, provare una lievitazione più lunga o un nuovo tipo di farina. Una volta che avrai imparato a fare la pizza margherita in casa, la tua vita cambierà. 

Oggi partiamo dalle basi: la pizza Margherita, che, se ben fatta, ha pochi rivali. Non a caso la sintesi perfetta dei sapori della tradizione mediterranea: pomodoro, mozzarella e basilico: il lusso della semplicità all’ennesima potenza.

Abbiamo solo un consiglio: le prime pizze, probabilmente la userete come frisbee, ma già dalla seconda volta andrà meglio, quindi non mollate mai e seguite i nostri consigli.

Ingredienti per fare la pizza Margherita come un professionista

Pizze per 8 persone

  • 900 grammi di farina
  • 15 grammi di lievito
  • 3 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • un goccio di latte in cui sciogliere il lievito
  • 1/2 tazza di olio d’oliva
  • 450 ml di acqua a temperatura ambiente

Condimenti

  • 8 mozzarelle fior di latte o ancora meglio mozzarelle di bufala
  • 500 ml di passata di pomodoro, solo San Marzano, per favore
  • 4-5 rametti di basilico
  • 3 grammi di sale
  • olio extravergine d’oliva

Come fare la pizza Margherita perfetta

Il segreto per realizzare un impasto perfetto per la pizza è ancora una volta il tempo. Prima di iniziare a impastare e prima che inizi a lievitare, riducendo notevolmente la quantità di lievito richiesta. Se usi lievito fresco o lievito di birra, diciamo che 7-8 ore è il tempo minimo di lievitazione.

Un altro consiglio: l’impasto va tranciato, sbattuto, ammazzato, più sarete spietati più aria la pasta incorporerà, facilitando la lievitazione.

Altre due “questioni spinose”: olio e latte. Dopo numerosi test siamo arrivati ​​al punto di equilibrio se il latte è ausiliario, l’olio no. Soprattutto se vuoi una pizza con un fondo croccante invitante, una pizza alla romana. Senza contare che rende il composto più ricco e profumato. In ogni caso, non sono i 10 comandamenti della pizza, ma solo la nostra esperienza: ricorda che devi trovare la tua strada, il tuo impasto ideale.

Sciogliere il lievito in acqua tiepida, mescolare con le mani e lasciare che faccia il suo lavoro. Se vuoi puoi anche sciogliere 1 cucchiaio di zucchero per aiutare il processo.

Mai e poi mai usare acqua calda o ucciderai il lievito …

Mettete sale e farina in una ciotola e mescolate.

In una ciotola capiente (non metallica) versare l’acqua, aggiungere il lievito, l’olio e la farina, usando l’altra mano per impastare.

Continua a impastare con movimenti circolari.

Quando l’impasto è abbastanza compatto ma ancora appiccicoso, spolverare un po’ di farina su una tavola di legno.

Quando avrete finito cospargete l’impasto con un po’ di farina e coprite con un canovaccio, che dovrà essere rigorosamente inodore, lavato con acqua bollente e bicarbonato di sodio, ma mai con sapone. Dopo 6 ore impastate di nuovo e dividetela in 8 pagnotte.

Coprite e lasciate riposare in un luogo caldo e asciutto per altre 6 ore.

Ora i condimenti: abbiamo scritto la passata di pomodoro, ma deve essere vera roba di pomodoro fatta in casa. Il pomodoro è il legante e deve essere perfetto, non troppo secco, non troppo liquido, con il giusto equilibrio tra dolcezza e acidità. Condite con sale e basilico, coprite e mettete in frigorifero. Quando stai per fare la pizza, tirala fuori 20 minuti prima.

Avanti, continuate così, abbiamo quasi finito! Cospargere la tavola di farina e stendere la prima pagnotta. Se vuoi la pizza alla romana, sottile e croccante, puoi usare il mattarello.

Ma se vuoi una pizza napoletana, metti i pugni al centro dell’impasto e inizia a spingere, facendo un movimento circolare. In questo modo l’aria all’interno dell’impasto verrà spinta fino ai bordi e con il calore si gonfierà creando la tipica crosticina paffuta. Quando la pizza è stesa, condite con il pomodoro (pummarola).

Completare con la mozzarella tritata. Metti un foglio di carta forno su una teglia. Metteteci sopra la pizza Margherita e conditela con una spolverata di olio extravergine e infornate in forno preriscaldato a fuoco massimo, siamo solitamente intorno ai 240 gradi. Dopo 10 minuti di cottura, la tua deliziosa pizza è pronta. Se la crosta è ben cotta e gonfia, tira su la pizza per dare un’occhiata al fondo e se è dorata è pronta. Fate attenzione alla temperatura, ogni forno è diverso, ma cercate di impostare al massimo calore. Per capire se è cotto: fidati dei tuoi occhi. Forse una delle difficoltà nel fare la pizza in casa è cucinare. Non è un compito facile, poiché i forni professionali raggiungono temperature molto più elevate di quanto i forni domestici possano solo sognare.

Contenuti dell'articolo

Come fare la pizza margherita in casa

Fare la pizza è pura arte e una volta che inizi a farla in casa, capirai tutti i segreti per sfornare pizze gustose con i consigli della pizzeria SEMPLICE. Fallirai, fallirai e fallirai ancora e avrai bisogno di dedizione, amore per le sfide e una buona conoscenza degli ingredienti, ma la soddisfazione che avrai da una semplice “ricetta” è unica.

Quindi vuoi la ricetta perfetta per fare la pizza a casa, giusto? Ok, te lo daremo, ma c’è solo un problema. Diventa come una droga, una sfida contro se stessi per migliorarsi ogni volta un po’, per trovare il mix perfetto, provare una lievitazione più lunga o un nuovo tipo di farina. Una volta che avrai imparato a fare la pizza margherita in casa, la tua vita cambierà. 

Oggi partiamo dalle basi: la pizza Margherita, che, se ben fatta, ha pochi rivali. Non a caso la sintesi perfetta dei sapori della tradizione mediterranea: pomodoro, mozzarella e basilico: il lusso della semplicità all’ennesima potenza.

Abbiamo solo un consiglio: le prime pizze, probabilmente la userete come frisbee, ma già dalla seconda volta andrà meglio, quindi non mollate mai e seguite i nostri consigli.

Ingredienti per fare la pizza Margherita come un professionista

Pizze per 8 persone

  • 900 grammi di farina
  • 15 grammi di lievito
  • 3 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • un goccio di latte in cui sciogliere il lievito
  • 1/2 tazza di olio d’oliva
  • 450 ml di acqua a temperatura ambiente

Condimenti

  • 8 mozzarelle fior di latte o ancora meglio mozzarelle di bufala
  • 500 ml di passata di pomodoro, solo San Marzano, per favore
  • 4-5 rametti di basilico
  • 3 grammi di sale
  • olio extravergine d’oliva

Come fare la pizza Margherita perfetta

Il segreto per realizzare un impasto perfetto per la pizza è ancora una volta il tempo. Prima di iniziare a impastare e prima che inizi a lievitare, riducendo notevolmente la quantità di lievito richiesta. Se usi lievito fresco o lievito di birra, diciamo che 7-8 ore è il tempo minimo di lievitazione.

Un altro consiglio: l’impasto va tranciato, sbattuto, ammazzato, più sarete spietati più aria la pasta incorporerà, facilitando la lievitazione.

Altre due “questioni spinose”: olio e latte. Dopo numerosi test siamo arrivati ​​al punto di equilibrio se il latte è ausiliario, l’olio no. Soprattutto se vuoi una pizza con un fondo croccante invitante, una pizza alla romana. Senza contare che rende il composto più ricco e profumato. In ogni caso, non sono i 10 comandamenti della pizza, ma solo la nostra esperienza: ricorda che devi trovare la tua strada, il tuo impasto ideale.

Sciogliere il lievito in acqua tiepida, mescolare con le mani e lasciare che faccia il suo lavoro. Se vuoi puoi anche sciogliere 1 cucchiaio di zucchero per aiutare il processo.

Mai e poi mai usare acqua calda o ucciderai il lievito …

Mettete sale e farina in una ciotola e mescolate.

In una ciotola capiente (non metallica) versare l’acqua, aggiungere il lievito, l’olio e la farina, usando l’altra mano per impastare.

Continua a impastare con movimenti circolari.

Quando l’impasto è abbastanza compatto ma ancora appiccicoso, spolverare un po’ di farina su una tavola di legno.

Quando avrete finito cospargete l’impasto con un po’ di farina e coprite con un canovaccio, che dovrà essere rigorosamente inodore, lavato con acqua bollente e bicarbonato di sodio, ma mai con sapone. Dopo 6 ore impastate di nuovo e dividetela in 8 pagnotte.

Coprite e lasciate riposare in un luogo caldo e asciutto per altre 6 ore.

Ora i condimenti: abbiamo scritto la passata di pomodoro, ma deve essere vera roba di pomodoro fatta in casa. Il pomodoro è il legante e deve essere perfetto, non troppo secco, non troppo liquido, con il giusto equilibrio tra dolcezza e acidità. Condite con sale e basilico, coprite e mettete in frigorifero. Quando stai per fare la pizza, tirala fuori 20 minuti prima.

Avanti, continuate così, abbiamo quasi finito! Cospargere la tavola di farina e stendere la prima pagnotta. Se vuoi la pizza alla romana, sottile e croccante, puoi usare il mattarello.

Ma se vuoi una pizza napoletana, metti i pugni al centro dell’impasto e inizia a spingere, facendo un movimento circolare. In questo modo l’aria all’interno dell’impasto verrà spinta fino ai bordi e con il calore si gonfierà creando la tipica crosticina paffuta. Quando la pizza è stesa, condite con il pomodoro (pummarola).

Completare con la mozzarella tritata. Metti un foglio di carta forno su una teglia. Metteteci sopra la pizza Margherita e conditela con una spolverata di olio extravergine e infornate in forno preriscaldato a fuoco massimo, siamo solitamente intorno ai 240 gradi. Dopo 10 minuti di cottura, la tua deliziosa pizza è pronta. Se la crosta è ben cotta e gonfia, tira su la pizza per dare un’occhiata al fondo e se è dorata è pronta. Fate attenzione alla temperatura, ogni forno è diverso, ma cercate di impostare al massimo calore. Per capire se è cotto: fidati dei tuoi occhi. Forse una delle difficoltà nel fare la pizza in casa è cucinare. Non è un compito facile, poiché i forni professionali raggiungono temperature molto più elevate di quanto i forni domestici possano solo sognare.

Ricette
www.tulliofiore.it

COME FARE LA PIZZA NAPOLETANA

Fare la pizza è pura arte e una volta che inizi a farla in casa, capirai tutti i segreti per sfornare pizze gustose con i consigli della pizzeria SEMPLICE.

Leggi Tutto »